Poetry (italian) 2007

PRELUDIO DI TEMPESTA

Soave è quel silenzio, preludio di tempesta
sospensione d’animo, incompleto e perfetto
forgiato da un idillio perpetuo…

queto agli occhi, di chi guarda ma non sente
esso celato si trasforma, mutando costantemente

di tempo e spazio esso si nutre
cercando di padroneggiare quell’equilibrio delicato
lentamente attende, il giorno in cui sorgerà nuovamente
come una fenice, dalle proprie ceneri.
~ by Gregory ~ Dic. 2007

IL VIAGGIO… SENZA RITORNO
2007/11/05
Orizzonti irraggiungibili,
cieli mai solcati,
esperienze mai assaporate,
… il mare del Nord, Regno di dinastie Vikinghe
ha finalmente dato al mio leggiadro ma possente Veliero … il Vento.
Vento che mi guida verso un viaggio che non ha meta,
ignoto la rotta con una bussola confusa,
or son sperduto nell’artico tra freddo e vento chiuso in me stesso…
per proteggermi dal freddo e dalle tempeste.

Assopito e paziente attendo la corrente favorevole
che mi permetta di tornare nella terra del sole …

Assopito appare il mio reale sogno,
tale immagine va oltre il semplice traguardo,
vedo le mie mani ardere il mio corpo che sfolgorante di luce propria
vedo me stesso trasformato in sole.

si son sole, or son capace di donare completamente me stesso al mondo, irradiando tutto ciò che vive di luce felice…

non so quale sia il mio destino…

Voi saprete l’epilogo di tale mistero
quando esso risplenderà di luce propria e perenne.

“queste son parole semlici fluite da un attimo di pensieri ad occhi aperti, dall’ascolto di alcuni brani e da un sogno surreale, di un mondo in cui tutti danno felicità incondizionatamente … un sogno… che parte da dentro ognuno di noi per poi diventare realtà.”

Lei…

ha il dono di far aprire il mio cuore, rosa scarlatta intensa ricoperta di spine,
petalo dopo petalo, non mi incupisce ne fa tremar se il mondo vedrà cosa nascondo in me, l’immensita del mio essere l’essenza di ciò che io sono, con intrecciato in esse le mie paure, le mie debolezze …
perchè il mio cuore scarlatto inteso petalo dopo petalo con lei sempre più sè aperto … accarezzato dal suo respiro nelle sue mani …
se ciò non dovrà essere allora la rosa si chiuderà nuovamente …
da fiore esso tornera ad esser germoglio …
poi seme e nel vento svanirà nuovamente nel cupo inverno …

sperando …

che un giorno …

vi sia un altra primavera in cui piantare tale Amore.

~ by Gregory ~ 30/07/2007 ~
~ Ascoltanto: come sei veramente di Giovanni Allevi ~

Vi Prego di non commentare queste parole lasciatele al tempo ed ai sogni, in quell’idillio dove ciò che non è può essere perchè solo l’immaginazione ed il cuore contano.

CUORE IN PACE
Il Cuore,
è fatto per battere,
pulsare, emozionarsi …
la pace la trova,
alla fine dei Giorni
~ by Gregory ~ 16/07/2007 ~

Buon weekend primaveril’estivo

2007/05/04 – Danza la leggiadra brezza primaverile di tepor audace
assieme alle fine gocce di piccoli temporali estivi…
Godete di questi attimi di sospensione,
di tempi cheti e silenziosi,
perchè essi sono la meraviglia più eccelsa della natura,
che mescola le stagioni a suo piacimento,
donando così, Attimi di solievo all’animo assopito
in lenta rinascita dall’inverno cupo. ~
~ Buon WeekEnd ~ by Gregory ~

L’ORIZZONTE IGNOTO…

http://lnx.gregoryrossi.it/gry-blog/upload/dark_destino.jpg

2007/04/07

…Nebbia! Nebbia ovunque … non vi è che nebbia all’orizzonte,
tra timori e misteri, il coraggio cresce inesorabile e prorompente,
il tremore celato nelle mani che reggono il timone,
la nebbia fattasi gocce dal mio viso strappata dal vento ruggente,
burrascoso ed impervio l’orizzonte nascosto fa vacillare le mie convinzioni,
fa dubitare delle rotte che io stesso ho tracciato,
nessuno potra scostarmi dal comando sono io il comandante e timoniere,
solca nave, fiera e ruggente, i mari del tempo infinito,
non temo alcun orizzonte, ne mostri, ne ignoto,
brucia intensamente il tuo nome, padroneggia sulle lingue travolgenti di Nettuno … “Destino” …
ho lasciato la terra ferma…

… FERMO senza Meta …

http://lnx.gregoryrossi.it/gry-blog/upload/long_way_Gregory.jpg

2007/01/15

torpore, sonnolenza, apatia, negazione…
come se l’orizzonte non esistesse più…
ogni obbiettivo sia irraggiungibile…
e tu per quanto ti muova, per quanto tu tenti di contrastare il nulla…
sei sempre al punto di partenza, anzi ogni tanto ti senti anche indietreggiare… sarà un attimo? sarà un periodo? … non lo so ma prima o poi … chi lo sà…

Voglio Correre, Voglio Ruggire come un Leone, voglio Raggiungere l’Estremo più Estremo, Oltre l’Orizonte del Paesaggio, del Mondo, dell’Universo… mi sento un Energia Immensa, Travolgente ed Insormontabile … racchiusa in un mondo troppo piccolo per me… come fosse una piccola palla di cristallo…
ma forse il problema è solo mio,
forse son io che lo vedo tale,
e stupidamente non riesco o voglio vedere l’immensità…
di ciò che già ho… sarà un attimo? sarà un periodo? … non lo so ma prima o poi … chi lo sà…
~ Gregory ~ 2007 Gennaio