Grazie

“Io son un albero con radici nelle nuvole capace di spostarsi in ogni dove,
le mie evoluzioni sono foglie, rami e fiori che nascono dalle persone che mi nutrono, dai momenti che condivido, della vita che vivo.”

Grazie

a “Beatrice”, dal primo giorno in cui ci siamo conosciuti hai creduto nella verità della mia energia, alimentandola ad ogni cedimento e rendendola più forte che mai, sopportando i miei cedimenti di fiducia ed i miei picchi di entusiasmo

a “S.I.”, hai toccato il mio io in un attimo della vita in cui non vi era spazio per altri, avendo la mente piena di paure e cercando la mia identità, un grazie per esser sparita ed avermi fatto capire cosa vuol dire sentire la mancanza di una persona senza sapere il motivo per il quale la persona ti ha lasciato. Ed un grazie ancor più grande, per il dopo, dopo anni sei tornata per sanare e liberare quello che in me silentemente si era spento e crinato. La Tua voce taglia con la delicatezza di una piuma ogni “non verità” lasciando li nuda la prima cosa che si pensa, imparando ad accettare veramente la verità

a “Davide”, sei un amico, conosciuto nell’apice del mio ego, nel mezzo di tal ego hai visto la verità di chi ero, mi hai fatto capire che la mie mente era colma di gioia e di attenzioni senza però aver più spazio per la vita. Mi hai fatto scoprire la consapevolezza del chi sono e l’accettazione del mio essere senza dover cercare conferma in tutto ciò che credevo fosse necessario per definirmi. Ancora oggi sento negli attimi di “solitudine” la necessità di dirti grazie, perchè non ho più paura

a “Simba”, mi hai preso con i semi della vita in mano, e nonostante le sofferenze e le incomprensioni mi hai fatto capire come far fiorire i sogni e le idee, che per anni hanno atteso in me. Mi hai fatto capire come tutto sia possibile se realmente lo si desidera e vuole. Mi hai permesso di vedere oltre il limite che io stesso mi ero posto, mi hai permesso di scoprire sicurezze e forze che ancora oggi vedo e sento fiorire in me. Grazie di ogni parola ed attimo condiviso

ad “Andrea Giavara e Mauro Barca”, nel momento in cui sentivo di poter ricevere dal mondo, mi avete sorretto onestamente ed intensamente dandomi la possibilità di sentire l’universo in me, consapevole della vita che mi circonda

A “Silvia”, sei apparsa sul mio cammino, cominciado a parlare e esprimere le gioie della vita, così immensa e forte era la tua gioia e convinzione, che io stesso ho potuto goderne e sentire come ne venivo spinto, verso le infinite verità

A”Kiki”, tu sei l’amico che si trova solo una volta in una vita, che esiste oltre le barriere del tempo, mai avrei pensato che entrando nel tuo mondo all’età di 16 anni, avrei trovato un tesoro così immenso, mi hai accolto subito come un amico, vero, reale … i tuoi sorrisi, le tue parole, le burle, i sapori, le lunghe chiacchiere in silenzio con LatteMiele&Rum ed i biscotti appena sfornati di Max, i dettagli, i sogni, la bellezza della superficialità consapevole, ogni cosa che mi hai donato … da allora sin ora, è tutto parte di me, in me, io piccolo frutto, cresciuto di una vita che hai vissuto. Sempre sorrido, sempre sogno e mai cedo, una promessa è una promessa, ogni volta che vorrai guardare qui vedrai ciò che nel cuore sai

“io sono evoluzione di me e d’ogni goccia che viene donata al mio mare d’emozioni.”

PS: ho cercato di darvi un ordine cronologico… ma voi che leggete il Vostro nome sapete che è tutto collegato Prima, Oggi e Dopo … non ho messo un punto alla file delle Vostre dediche, perchè certo che altro accadrà ancora.

~In continua Evoluzione~

Lascia un commento